2018 09 17-Banner100
Stampa

U13 Bianco, vittoria in volata

on .

2019-03-30-U13Bianco

Per la quinta giornata di ritorno del girone Gold 1 di Milano, siamo ospiti del BCS Cesano/Seveso. Formazione, quella casalinga, che ha saputo metterci in difficoltà nella partita di andata, facendoci sudare parecchio per portare a casa la vittoria. Ora sul loro campo, sarà battaglia e non possiamo permetterci alcun passo falso.

L'esordio, sull'ostico campo avversario, è buono e grazie a diverse soluzioni di contropiede e penetro/scarico troviamo facilmente la via del canestro. Ci presentiamo spesso all'appuntamento con il ferro, tuttavia in troppe occasioni veniamo rimbalzati o scappiamo via senza tentare la conclusione.

Questo atteggiamento remissivo ci porta a cercare soluzioni più complesse, o meglio infruttuose, che aprono a contropiedi avversari. Situazioni a cui non siamo riusciti a porre alcuna contromisura, causando da subito il sovraccarico di falli per molti dei protagonisti del primo quarto. BCS ringrazia e, con un'invidiabile precisione al tiro libero, restano a contatto. (16-15)

Siamo già in emergenza dopo soli 10', una situazione falli che ci è nota ma che non riusciamo proprio a gestire.

La seconda frazione ci vede più protagonisti in entrambe le metà campo di gioco; in difesa molto più attenti a gestire il corpo ed evitare falli banali (qualcuno tuttavia è stato fatto) e in attacco più grintosi ad attaccare il canestro e gli spazi liberi lasciati dalla difesa a maglie larghe degli avversari. Il parziale di quarto è a nostro favore (13-17). Ma, come spesso accade, nei quarti dove potremmo spingere e dare un bel colpo all'andamento della partita, risultiamo spreconi e permettiamo agli avversari di restare a contatto, tenendo vive le loro speranze.

Al giro di boa, 29 a 32 per i giovani Lissonesi.

Qualche consiglio su cosa fare al rientro dalla pausa lunga ed è già tempo di riprendere il gioco.

Complice una situazione falli molto problematica, la terza frazione deve essere gestita intelligentemente dalla panchina e giocata in modo accorto da parte dei ragazzi in campo.

Inizialmente sembriamo tenere botta e, rispondendo colpo su colpo, gestiamo le fiammate avversarie. BCS tuttavia si fà sempre più spavalda e, sentendo l'odore del sangue come uno squalo, continua ad attaccare la preda lissonese.

Nel proseguo del terzo periodo andiamo veramente in difficoltà, bruciamo il piccolo vantaggio e consentiamo agli avversari di allungare sul +6 grazie a diversi falli/canestro. Uno strappo che sembra un -30 considerato il tipo di partita e lo scambio di mini vantaggi che le due squadre si sono scambiati.

Come successo contro Eureka, nel momento di maggiore smarrimento, sia in campo che in panchina, troviamo un paio di canestri dalla lunga e lunghissima distanza che ci tengono a contatto e ci consentono di tenere vive le speranze. (20-17)

Entriamo nell'ultima frazione sapendo che non ci sono altri quarti per provare a vincere la partita o rimediare agli errori fatti. Ultima chiamata, ora vedremo se risponderemo "PRESENTI!".

Consapevoli dell'ultimo atto, tutti i giocatori coinvolti nel quarto giocano con una sfrontatezza e sicurezza che non si era vista in precedenza. Per alcuni questo atteggiamento ha portato a spendere il quinto fallo, per altri qualche palla persa; ma a tutti ha consentito di giocare molto concentrati in difesa, forzando molte palle perse agli avversari. Palloni recuperati che ci hanno dato molte chance per riprendere il controllo della partita e portarci a distanza di sicurezza. 

Con il vento in poppa e un vantaggio di 15 lunghezze a 5' dalla chiusura, i nostri giovani si sentono al sicuro e con troppa spensieratezza mollano leggermente il colpo. Un errore madornale!

BCS, approfittandone ancora una volta, rosicchia qualche punto portandosi a -8 con soli 3' da giocare. Tolto un piccolo contraccolpo ad inizio rimonta avversaria, i nostri si fanno trovare pronti e rispondono a tono ad ogni canestro avversario, anche con qualche pesantissimo canestro e fallo.

Arrivati a 2' dalla chiusura, in vantaggio di 10 punti, pensiamo bene di giocare come una squadra in rimonta che ha necessità di tirare velocemente e spendere dei falli per recuperare la palla. Saranno minuti lunghissimi, conditi da scelte folli in attacco e falli banali in difesa (avversari in bonus).

Ma al tempo non si scappa e arriva finalmente la sirena che sigilla il punteggio sul 57 a 67 finale.

BCS Cesano/Seveso – AP Galvi Lissone 57 – 67

(16-15)(13-17)(20-17)(8-18)

E' stata una partita difficilissima, su un campo davvero complicato e contro una squadra non facile da affrontare per il tipo di gioco che esprime. 

E' stata una partita che: è iniziata bene; si poteva ipotecare nel secondo quarto; è stata persa e poi recuperata nel terzo periodo; è stata vinta e quasi persa nel quarto periodo.

Il solito week-end di paura.

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  logo-globo-express
 
logo FlowBurner Ok