2018 09 17-Banner100
Stampa

U16 TOP, che fatica ragazzi!

on .

2019-05-04 U16

4 maggio 2019. Sofferta anzi soffertissima la partita d’esordio dei Biancoblu nei play-off. Un avvio di incontro a dir poco problematico costringe i Blues ad una rimonta apparentemente improbabile per le evidenti difficoltà contro una difesa quanto mai efficace nel bloccare iniziative, idee e fiducia dell’attacco Lissonese. Quando tutto sembra ormai perduto la tenacia dei Blues regala una rimonta inattesa e l’accesso agli ottavi.

AP Cocoon Lissone – A.DIL. Leone XIII 54-51 (2-18/21-33/33-44) 

Ci siamo. Tutte le caselle del tanto atteso tabellone finale sono complete dopo le gare di spareggio. Si può ricominciare.

I Blues ritrovano il parquet dopo il finale in crescendo del girone di classificazione e due week-end di riposo inclusa la grande festa del JIT.

Sulla carta un incontro senza rischi contro Leone XIII, quarta classificata del girone Gold che approda ai sedicesimi per essersi aggiudicata lo spareggio.

Palla a due e via, inizia il brivido dell’eliminazione diretta con gara unica, capace di regalare grandi sorprese o enormi delusioni nel tempo di un battito di ciglia.

E noi, in pochi minuti le ciglia le sbattiamo parecchie volte, ritrovandoci increduli a guardare il tabellone ed il tempo che scorre.

0-5 dopo tre minuti di gioco, 0-11 dopo cinque minuti e il primo canestro dei blues dopo sei minuti e mezzo di partita, che però non cambia di nulla l’esito della frazione di gioco più sofferta della stagione chiusa con un parziale di 2-18.

La difesa di Leone XIII collassa sistematicamente in area spuntando tutte le migliori armi dei Blues per arrivare al ferro. Il tiro dalla distanza ci sorprende con percentuali di successo al minimo stagionale e l’intensità in difesa non è quella dei giorni migliori, lasciando spazio agli ospiti di arrivare a canestro con relativa facilità.

La sirena del primo quarto non riesce a risvegliare gli istinti migliori dei Blues. Nemmeno la prima tripla a segno in avvio di seconda frazione riesce a dare una svolta decisa e decisiva all’incontro. I Biancoblu lottano contro gli stessi problemi di inizio partita. Qualche sporadica folata di gioco ci aiuta a ridurre il gap che non va mai comunque sotto le due cifre. Il secondo quarto si chiude a -12 ed il terzo a -11 sul 33-44.

Come fare a recuperare 11 punti in un quarto avendone segnati 11 di media nei tre precedenti? E’ questo il dubbio che ci assale prima che inizi l’ultimo conto alla rovescia.

Il silenzio della tribuna sembra dare un segnale chiaro. Abbiamo smesso di crederci? In panchina e nella testa dei ragazzi decisamente no. Coach Illiano disegna sulla lavagnetta gli ultimi suggerimenti per aggirare il morso della difesa Milanese, ma soprattutto tenta di dipingere nello spirito dei Blues la voglia di crederci ancora.

E i ragazzi ci credono davvero. Un minuto e mezzo senza canestri da entrambe le parti poi una tripla porta Lissone sotto i dieci punti di distacco e accende la miccia. Di nuovo a canestro e Leone XIII chiama time-out sul 38-44 con ancora sette lunghissimi minuti da giocare. Di nuovo in campo e di nuovo l’APL a segno. La panchina urla, la tribuna si riaccende. 40, 42 e finalmente 44 pari con il primo contropiede che si possa chiamare tale da inizio partita. Parziale di 11-0 in quattro minuti e quello che non sembrava possibile è accaduto. La squadra di Milano non ci sta, ci si butta su ogni palla ma i Blues sanno stare in campo. Una tripla degli ospiti ci mette un brivido sul 48-51 a 120 secondi dalla fine ma Lissone non si perde d’animo. Chiude le porte in difesa e trova il canestro con una facilità sconosciuta ai primi 32 minuti di gioco anche dalla lunetta. Nuovo parziale di 6-0 ed è fatta!

Che fatica ragazzi! Che questa grande rimonta ci dia lo slancio per la prossima!

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  logo-globo-express
 
logo FlowBurner Ok