2018 09 17-Banner100
Stampa

U13 Bianco, ragazzi d'oro

on .

2018-11-29-U13Bianco

29 novembre 2018. Dopo diverse partite tra le mura amiche, ci troviamo ad affrontare una trasferta molto difficile e, guarda il caso, proprio contro l'altra squadra a pari merito in classifica con noi.

Lissone ed Eureka arrivano a questo importante appuntamento praticamente con un coefficiente canestri molto simile, con lo stesso numero di vittorie e con la stessa necessità di dovere vincere per strappare un biglietto al Gold.

La trasferta, pur essendo in settimana, è colorata dalla presenza di un folto pubblico di genitori e addetti ai lavori, tutti accorsi per godersi il match tra le due squadre al comando del girone MI10.

Eureka – AP Galvi Lissone: 41-51 (10-8)(11-13)(11-13)(9-17)

La partita. Dopo la palla a due, entrambe le squadre faticano a trovano la via del canestro e faticano ad esprimere un gioco fluido.

Diversi gli scambi di fronte che portano palle perse e occasioni sprecate, creando davvero un clima di confusione e tensione tra i giocatori in campo. Il risultato del primo quarto non lascia molto all'immaginazione, 10 a 8 per i padroni di casa che hanno saputo concretizzare meglio le occasioni che si sono costruiti, direttamente o indirettamente. L'avvio dei lissonesi, invece, risulta essere positivo nei primi minuti grazie a diverse palle recuperate ed azioni organizzate per trovare la via del canestro, ma con il passare dei minuti trasformiamo tutto in qualcosa di poco solido e concreto. Insomma, si corre per nulla.

Archiviata la prima fatica, ci tocca passare alla seconda sperando di essere un po' più concreti.

Niente da fare, anche in questa frazione costruiamo bel gioco salvo poi distruggere tutto con diversi minuti di blackout. Quando siamo presenti facciamo contropiede, troviamo l'uomo libero con buona circolazione di palla, aspettiamo il taglio giusto da servire e alziamo il livello della nostra difesa; quando invece arriva il black out aumentano le palle perse banali, c'è poco movimento in attacco e si prendono tiri estemporanei che ci portano a subire facili ripartenze avversarie. (11-13)

Entriamo nella pausa lunga in perfetta parità sul 21-21 e sappiamo che ci sarà da sudare parecchio, la partita si vincerà all'ultimo secondo.

Le attività del terzo quarto riprendono sulla falsa riga di quelle appena concluse nella seconda frazione. Entrambe le squadre sono molto attente a non perdere palloni e giocano sulle uova, facendo calare di molto la qualità del gioco.

Anche in questa frazione gli scambi di fronte sono tantissimi, con le due squadre pronte a rispondere ad ogni canestro subito. (11-13)

L'ultima fatica o frazione ci vede in vantaggio di due lunghezze e si apre nel migliore dei modi per gli ospiti. Grazie a diverse palle rubate e rapide ripartenze, accumuliamo un parziale lampo che porta entusiasmo a tutto il palazzetto e alla compagine lissonese.

A 7' dalla fine, Eureka si rifugia in un time-out obbligato facendo intravedere le prime crepe sulla propria corazza.

Tutta la squadra capisce l'importanza della situazione e, continuando a cavalcare il momento positivo, troviamo diverse volte la via del canestro fino ad accumulare un vantaggio di 12 lunghezze. Ormai a 4' dalla fine, il vantaggio accumulato è una boccata d'aria fresca e le chance di una rimonta avversaria paiono molto difficili visto l'andamento del match ed il basso punteggio.

Con lo striscione del traguardo negli occhi e forse offuscati dall'ebrezza della vittoria, i giovani lissonesi lasciano le redini della partita troppo presto e in un minuto di follia rischiamo di mandare tutto a monte. Fortunatamente Eureka arriva ai minuti conclusivi sulle gambe e con poca lucidità non riesce ad infilare i canestri delle rimonta.

Avanti di 10 punti con 50'' sul cronometro possiamo finalmente ritenerci al sicuro. (9-17)

Alla sirena, con il punteggio di 51 a 41, sono scattati i festeggiamenti sulla panchina Lissonese.

Chiudiamo in vantaggio una partita davvero importante per il proseguo del campionato. Grazie a questa vittoria siamo matematicamente qualificati al girone GOLD.

Ottimo atteggiamento, mai arrendevoli e grande spirito di sacrificio per cercare di centrare l'obbiettivo prefissato ad inizio stagione.

Ora... ricordatevi di inserire una marcia in più, inizia la salita!

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  logo-globo-express