Newbanner100
Stampa

C GOLD, buona Galvi contro la capolista

on .

collins-cremonaDopo il successo di mercoledì a Manerbio, una buona Galvi rientra dalla proibitiva trasferta a Cremona con una “onorevole” sconfitta per 62-51. Al di là del risultato, i lissonesi (privi di Squarcina, Riva, Morse e con Danelutti in condizioni fisiche non ottimali) disputano una partita umile e di contenimento, mantenendo sempre alta “voglia” e concentrazione, e con la forza di rientrare anche dal 57-34 del 34’ fino -8 a 40” dalla sirena con palla in mano. I padroni di casa sono chiaramente di un’“altra categoria” e il risultato non è mai in discussione ma dei nostri ragazzi possiamo ammirare la voglia di giocare assieme in un rinnovato spirito di gruppo e di mettercela tutta. In attesa di partite più alla portata, viatico della “poule salvezza” a partire dall’11 marzo.

La partita. Cremona guida dalla palla a due fino alla sirena finale ma la partita è sempre divertente e vibrante. Il primo quarto è abbastanza in equilibrio con i padroni di casa che colpiscono dalla lunga distanza e lissonesi invece al palo dai 6,75 col solo Collini a macinare punti dal pitturato (16-10 al 10’). Prove di allungo per i padroni di casa nel Q2 con Bona che elargisce assist e firma punti pesanti. I lissonesi passano anche a zona e sembrano trarre qualche beneficio ma la davanti è dura metterla dentro e, alla pausa lunga, il tabellone segna 32-20.

Al rientro i lissonesi appaiono determinati per portarsi sotto la doppia cifra di distacco ma i padroni di casa spingono grazie alle folate di Ndiaye Ababacar e alle invettive di Bernardi con la Galvi che prova a scaldarsi con la tripla di Meroni e il canestro dalla media di Meregalli per il 47-32.

La Juvi ha fretta di archiviare la partita e raggiunge in un amen il massimo vantaggio grazie alla tripla di Vacchelli (57-34 al 34’) ma la partita è ancora “viva” coi lissonesi che rosicchiano punti ancora con Meregalli e Cogliati/Gatti dalla distanza. Si arriva addirittura fino al -8 a 40” che regala entusiasmo ma ci vuole un miracolo e Cremona, con esperienza, chiude grazie al canestro di Belloni per il definitivo 62-51.

Ferraroni Mangini Ju.Vi. Cremona – AP Galvi Lisssone 62-51 (16-10; 32-20; 47-32)

Cremona: Bozzetti, Bernardi 2, Sbernardori n.e., Cazzaniga 12, Bona 15, Ndiaye Ababacar 11, Belloni 9, Vacchelli 5, Gorla 3, Mantonvani, Stagnati 5. Coach Brotto

Lissone: Ferraresi n.e., Gatti 6, Morse, Collini 15, Grassi n.e., Cogliati 8, Mladjenovic, Danelutti 8, Meroni 6, Morandi, Tedeschi, Meregalli 8. Coach Bommartini-Dante

Arbitri: Fusati e Mainetti

Prossimo impegno al PalaFarè contro Pallacanestro Milano sabato 3 febbraio. Palla a due ore 21.

 
   
GALVI
logo-new-Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo