Newbanner100
Stampa

C GOLD, sofferta vittoria. E sono 3.

on .

Primo successo stagionale interno della Galvi che sfata il tabù del PalaFarè e vince nel turno infrasettimanale contro la Goodbook Manerbio. Alla sirena finale il punteggio è 69-64. I ragazzi di coach Mazzali seppur incerottati (Mladjenovic e Morandi presenti per onor di firma, Semplici out e Tedeschi al rientro dopo l’assaggio nel "Monday night" con la U20 Ecc) hanno il dovere di provare ad allungare la striscia vincente contro Manerbio che si presenta con il peso delle zero vittorie finora in stagione. Ne nasce una partita contrassegnata dai continui allunghi dei lissonesi che non riescono tuttavia mai a chiudere la partita che, con sofferenza, viene decisa e vinta solo negli ultimi 4 minuti nonostante la pessima serata ai liberi per i locali (8/17).

La partita. Nonostante lo 0-4 all'avvio dei bresciani, la Galvi parte bene con Riva e con le triple di Cogliati (nella foto G. Villa) per il 13-10 del minuto 5. La Galvi sembra avere il pallino della gara ma non capitalizza ben 3 azioni offensive consecutive e subisce il rientro di Manerbio che con Salofia e Natali volano sul 15-19 del 10’. Il Q2 è invece tutto di marca lissonese con la Galvi che fa… “Gol” con Squarcina da 3 punti e rilancia le ambizioni per un miglior feeling con il canestro. Coach Mazzali chiama un nuovo assetto difensivo mettendo i suoi a zona e la mossa genera i frutti desiderati con i lissonesi che blindano l’area e ripartono in contropiede, con Squarcina e Cogliati ancora sugli scudi, fino al massimo vantaggio della gara (35-22) del minuto 17. Gli ospiti però prendono presto le misure contro la zona e risalgono la china fino al 37-32 firmato da Rakic da 3.

Dopo la pausa lunga, nuove prove di allungo per la Galvi ancora grazie ad un ispirato Riva (45-36 al 25’) che sarà però presto costretto a lasciare il campo per infortunio (caviglia) ma Manerbio ha la caparbietà di restare in scia ancora con Rakic che colpisce da 3 per il 49-45 al 30’ e partita ancora apertissima. Come detto, il tira e molla prosegue ancora nel Q4 ma è Manerbio che, a sorpresa, mette la freccia con De Guzman da 3 per il 55-56. L’uno su due ai liberi di Squarcina ristabilisce immediatamente l’equilibrio (56pari al 36’) ma la Galvi è prevedibile contro la zona chiamata da coach Lovino e Manerbio ne approfitta per il suo allungo firmato da Pisoni per il 56-60 a 2’30”. Qualche fantasma affiora ma per nostra fortuna Degrada sale in cattedra e con due triple in serie per il 59-60 e il successivo 62-60, fa esplodere il PalaFarè. E, peccato per il terzo tiro che esce fuori di poco. Il successo lissonese viene così messo in cassaforte da Gatti in pregevole penetrazione e con l’acuto di Squarcina che segna con fallo per il 67-61 all’ultimo giro di lancette. L’ultimo guizzo di De Guzman da 3 (67-64) crea in realtà poche preoccupazioni perché sul cronometro mancano poco meno di 7” e Lissone ha la rimessa in zona d’attacco. Manerbio spende sistematicamente il 4° e 5° fallo di squadra per il 2/2 di Cogliati dalla lunetta che vale il definitivo 69-64. Hey ho, let’s go.

AP GALVI Lissone – Goodbook Manerbio 69-64 (15-19; 37-32; 49-45)

Lissone: Degrada 8, Collini 6, Mornati, Cogliati 13, Morandi n.e., Riva 11, Mladjenovic n.e., Gatti 12, Squarcina 17, Tedeschi 2, Morse n.e.  Coach Mazzali.

Manerbio: Atienza, Calasso, Rakic 12, Bonassi n.e., Natali 17, Visnjic, Salafia 14, Suarez, Pison 4, Bettio n.e., Brunelli 6, De Guzman 11. Coach Lovino.

Arbitri: Fusari e Cassina.

Ancora 3 giorni e sarò ancora campionato: sabato 4 novembre ospitiamo la capolista Ju.Vi.Cremona. Palla a due ore 21. 
 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo