2018 09 17-Banner100

Archivio 2015/16

Stampa

U15: COCOON, FINE DELLA CORSA

on .

APL Lissone 47- Ardor Bollate 50 (12-8; 28-20; 38-35; 47-50)

Mercoledì 11 maggio è un giorno nero, anzi nerissimo per i giovani ragazzi under 15 che, nonostante i favori del pronostico, escono sconfitti dai quarti di finale nel campionato under 15. Una partita brutta, giocata male, che si conclude con una vittoria ospite di sole di 3 lunghezze.

Nel primo quarto Lissone gioca discretamente, pur sbagliando tantissimo e forzando dei tiri che solitamente non forza. Specialmente difensivamente non si concede quasi nulla agli avversari: un canestro solo dal campo e sei tiri liberi frutto di distrazioni ingenue e di falli stupidi a metà campo.

Anche nel secondo quarto Lissone continua a stare davanti raggiungendo addirittura il + 10 con la bomba di Brigatti, ma ancora tantissimi tiri liberi tengono a contatto Bollate che riesce a chiudere il primo tempo sotto di appena 6 lunghezze, nonostante il dominio bianco blu. Merito di Bollate è stato quello di tenere botta e non arrendersi alla prima difficoltà e soprattuto di avere una media clamorosa ai tiri liberi ( 10 punti su 20 del primo tempo arrivano dalla lunetta).

Nel secondo tempo Lissone issa la bandiera bianca e si arrende, mentre Bollate quanto mai corsara e assetata di sangue, vedendoci arrancare e sanguinare, ci morde nel profondo mettendo a referto 15 punti nel quarto concedendone appena 10. Lissone non si butta sulle palle vaganti, non fa taglia fuori, continua a forzare situazioni offensive alle volte anche molto vantaggiose e a perdere una marea di palloni ( 27 alla fine le palle perse di squadra). Merito però va riconosciuto a De Piccoli che nel momento più nero del match mette a referto 6 punti in fila che sembrano ossigeno vero per i giovani falchi e ci concedono di rimanere in partita.

Nello scontro fra Davide e Golia ci si aspetta sempre che l’ultimo prima o poi colpisca in maniera definitiva il piccolo, ma voglioso avversario, e questo è lo scenario al quale ci si aspetta di assistere nell’ultimo quarto. Ma l’atteggiamento passivo del terzo quarto di Lissone non cambia e piano piano i ragazzi di Illiano e Corengia si spengono e lasciano andare la partita nelle mani avversarie, senza far nulla per opporsi. Così da quando a 6 minuti dalla fine Bollate prende il comando delle operazioni andando sul +1 Lissone molla la presa definitvamente e non sarà più capace di rientrare in gara. Segna poco nel quarto decisivo e concede ancora 15 punti agli avversari, una Lissone arrendevole e deconcentrata, molle e non vogliosa, troppo lontana dalla formazione che siamo stati soliti raccontare nel corso dell’intera stagione. Così con un parziale di 19 a 30 nel secondo tempo, Lissone perde 47 a 50 e termina il proprio sogno fi poter arrivare in semifinale nel campionato di categoria.

Detto questo onore, tanto davvero, e complimenti vivissimi a Bollate, schierata in maniera ordinata e molto intelligente nel comprendere il momento esatto in cui affondare il coltello nelle piaghe avversarie, in maniera silenziosa e sorprendete. A loro dunque il merito di aver conquistato la semifinale da giocare contro la vincente fra Malaspina e Roncadelle.

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  logo-globo-express
 
logo FlowBurner Ok