Newbanner100

Archivio 2015/16

Stampa

C GOLD: GALVI, LA PARTITA PERFETTA

on .

Galvi Lissone gioca la partita “perfetta” ed espugna il campo di Piedena con il punteggio di 69-82. Il primo turno di play off non poteva iniziare meglio per i ragazzi di coach Mazzali che conquistano contro i pronostici Gara 1 sul campo dei nostri avversari che, provenienti dal girone B della C Gold Lombardia, hanno disputato una regular season di primissimo livello con ben 46 punti (ben 13 vittorie nel girone di andata con leggero calo nel finale con 4 sconfitte nelle ultime 6 partite) che sono valsi il secondo posto assoluto alle spalle di Iseo (1-1 il confronto diretto). Ora la serie si sposta a Lissone dove giovedì 12 (ore 21) è in programma Gara2.

Lissone legittima il successo grazie alla conquista di 3 periodi (vittoria dei locali nel secondo) e ringrazia la serata monstre di Squarcina (11/11 al TL, 3/6 nel T2, 5/7 nel T3, 7 rimbalzi, 8 falli subiti, 2 recuperi, 1 assist e 1 stoppata in 31 minuti per una valutazione complessiva di 42. Ma è stata una grande prestazione di squadra dove tutti hanno portato un importante contributo alla vittoria finale. Ancora molto bene la linea verde ai primi play off da protagonisti con il “solito” Donadoni ma anche il duo Mornati – Mladjenovic con tanti buoni minuti di qualità e “presenza” e punti pesanti.

La partita. Partenza bruciante dei lissonesi (0-9) ma il contro break dei padroni di casa firmato da Teghini fissa il nuovo pareggio (11-11). Lissone riparte ancora con intensità e colpisce con il spettacolare contropiede finalizzato da Mornati e assistito da Formentini per l’11-15 che apre al nuovo tentativo di fuga dei lissonesi con Collini (quasi subito a 3 falli) dal pitturato e Squarcina che, dalla lunga distanza, firma il 13-20 di fine primo quarto con partita che si surriscalda (Formentini fallo tecnico).

Il secondo periodo apre al rientro di Piadena con Dordevic che riporta i suoi sul 19-20 ma due triple di Mornati (21-26 al 14’) e il canestro Mladjenovic oltre ai due liberi di Ruzzon esaltano i brianzoli che girano sul 21-30 al 15’. La reazione di Piadena sostenuta dal suo caldo pubblico passa tutta dalle due triple di Falcone e del lunghissimo Diallo Deme. La partita vive di continui strappi, coi lissonesi che allungano nuovamente ancora con due liberi di Squarcina per il 27-32. Lato Piadena, ancora Diallo non perdona trafiggendo il cuore della difesa lissonese dalla lunetta a cui segue la tripla di Belluco che riporta la gara in situazione di assoluta parità. I numerosi tifosi presenti (buona la rappresentanza lissonese) non hanno certamente da recriminare sul biglietto acquisto: la partita è molto tecnica, giocata a ritmi molto elevati e continui capovolgimento di fronte, a tratti spettacolare. In questo contesto le squadre si avvicinano alla pausa lunga ma è la Galvi che osa di più con capitan Formentini in penetrazione nel quarto di campo con Piadena che però a fil di sirena acciuffa la parità con Mascadri da tre (40-40).

Ripresa e ancora molto equilibrio. Tra i lissonesi inizia a prender fiducia Donadoni (43-49) con Squarcina che cavalca l’onda per il 43-52 del minuto 27. I padroni di casa commettono in questa fase della partita molti errori al tiro ma ringraziano il leggero calo di Lissone per rifarsi sotto (52-54). La tripla di Squarcina che abbandona la tavola da surf per apprestarsi a salire in cattedra ristabilisce le distanze (52-57) ma una palla persa degli ospiti regala la tripla di Teghini (55-57) con, ancora, Squarcina che col 2/2 ai liberi fissa il 55-59 del 30’.

La Galvi è in affanno, ne approfitta ancora Piadena che con Teghini e Marenzi firma controsorpasso (63-59). Ma il basket è uno sport meraviglioso, spesso tra le pieghe delle partite non ci sono solo episodi che ne determinano il destino. A volte invece c’è una magia che è difficile cogliere e, quindi, narrare. Ed è proprio nel momento peggiore per Lissone i ragazzi di coach Mazzali trovano una energia insperata, serrano la difesa e colpiscono di rimessa con Donadoni e Formentini e la tripla di Squarcina per un break di 9-0 che vale il 63-66 al 35°. Coach Mazzali deve giocare contro la situazione falli di Donadoni e Collini (entrambi a 4) per un finale che si pronostica incerto e punto a punto fino alla fine, non certo adatto ai deboli di cuore. Il botta e risposta Donadoni - Falconi e liberi di Squarcina fanno speditamente marciare il tabellone sul 66-70. Lissone recupera ancora una palla in difesa e sugli sviluppi, la palla gira fino a Viganò che dall’angolino con piedi ben attaccati a terra centra ferro e retina da 6,75 metri di distanza: 66-73. La partita sembra in discesa per Lissone con Piadena che fa forcing per recuperare terreno e punti. Il fallo sistematico su Squarcina non appare una grande scelta (di tiri liberi, ne farà altri 4 consecutivi) per il 66-79 a 1’30. Falconi è l’ultimo ad arrendersi tra i suoi (69-77) il cronometro avanza inesorabile con “Squarcio” che fa giusto in tempo a cogliere l’ultima ciliegina da tre (69-82).

Corona Platina Piadena – Galvi Lissone 69-82 (13-20; 40-40; 55-59)

Piadena: Bellucco 3, Teghini 16, Falconi 15, Bigot n.e., Usberti 2, Dordevic 6, Rakic, Stagnati, Omoregle 1, Diallo 10, Marenzi 8, Mascardi 8. Coach Mazzali Marco.

Lissone: Morse n.e., Mornati 8, Donadoni 18, Collini 4, Viganò 8, Tedeschi n.e., Formentini 8, Mladjenovic 2, Riva n.e., Ruzzon 2, Squarcina 32, Corbetta n.e. Coach Mazzali Massimiliano.

Arbitri: Colucci e Quaranta.

Gara 2 è in programma giovedì 12 maggio al PalaFarè di via Caravaggio. Palla a due ore 21.

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo