2018 09 17-Banner100

Archivio 2014/15

Stampa

CAP 2003: esordio amaro a Tavernerio

on .

Prima partita del “Trofeo Giovani” di Tavernerio, che per esigenze logistiche di meteo è stata spostata a Magenta. Non una bella serata per i Blues. Magenta – CAP: 55-61 (17-22)(18-4)(15-12)(11-17)
Una partita cominciata e finita molto bene, peccato per la parte centrale davvero rivedibile. Come detto pronti via i nostri ragazzi impogono il proprio ritmo alla partita e riescono con azioni veloci a trovare facilmente la via del canestro, come sempre qualche errore non ci permette di scappare via con il punteggio e rimaniamo a sole cinque lunghezze di vantaggio.
Gli avversari in questo quarto si sono rivelati domabili, a parte qualche fiammata nulla di
preoccupante per i Blues.
Forse con qualche aggiustamento tattico o semplicemente con più voglia e grinta i nostri
avversari iniziano il secondo quarto alla grande e ci mettono davvero in notevole difficoltà. Con
un parziale di 18 a 4 mettono in evidenza tutti i nostri limiti, fisici in primis e tenici a seguire.
Troppi giocatori in difficoltà difensiva contro degli avversari che erano si più grossi, ma non di
certo più veloci o tecnici dei nostri.
All’intervallo siamo sotto 35 a 26, consapevoli di non avere fatto una delle migliori prestazioni
ripartiamo da qui e proviamo già dai primi minuti di terzo quarto a rosicchiare punti in vista
della volata finale. La ripresa parte decisamente meglio del secondo periodo, tuttavia gli
avversari hanno preso le misure e ci fanno dannare l’anima per trovare la via del canestro.
Unica soluzione è non lasciarli schierare a metà campo, pertanto gambe in spalla e correre in
contropiede. Ci siamo riusciti in alcuni momenti della frazione, ma non è mai bastato per
provare ad avvicinarci a Magenta, ad ogni nostro canestro loro erano subito pronti a ribattere.
Un tira e molla durato tutto il quarto che ci ha portato all’atto conclusivo in svantaggio per 50 a
38 e con soli dieci minuti per provare la rimonta. Ormai con le spalle al muro i Blues hanno
tirato fuori tutta la voglia e la grinta necessarie per ribaltare queste situazioni e, addirittura, da
meno 17 siamo rientrati a meno 4 con due volte la palla in mano per provare l’aggancio.
Peccato per lo sforzo, risultato vano dopo diversi errori al tiro che ci hanno pregiudicato la
partita e nei secondi finali con diversi falli tattici abbiamo lasciato agli avversari la possibilità di
chiudere con la palla in mano.
Il torneo si apre con una sconfitta per 61 a 55, peccato per il finale che meritava sicuramente
un epilogo diverso ma come sempre non si gioca solo una frazione. Partita buttata al vento a
causa di troppi alti e bassi individuali e collettivi. Tuttavia da rendere il merito ai ragazzi per
averci creduto fino in fondo, avessimo sempre questo spirito sarebbe decisamente meglio per
tutti!
 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo