Archivio 2013/14

Stampa

PLAY OFF DNC: COCOON VITTORIA CON IL CUORE

on .

DONASAROVINCServe una Cocoon tutta lacrime, sangue e tanto cuore per vincere gara 1 contro Saronno. Il risultato finale di 76-61 premia i ragazzi di coach Mazzali che hanno così a Saronno (mercoledì 14) il primo match ball per chiudere la serie e accedere alla Finale. Nell’altra semifinale, la Erogasmet Crema espugna Imola con il risultato di 58-52.

La Cocoon butta il cuore ben oltre l’ostacolo per avere la meglio di Saronno che ha condotto per 30 e passa interminabili minuti. Gli ospiti infatti vincono, sebbene di misura, ben 2 quarti (il primo e il terzo), pareggiando il secondo. La partita viene dunque decisa nell’ultima frazione, ed in particolare negli ultimi 12 minuti nei quali i lissonesi, partendo dal parziale di 46-54 piazzano il decisivo break di 30 a 7 che “uccide” la gara.

Primi due quarti davvero molto equilibrati ma la partita la fa Saronno con una Cocoon che appare troppo rinunciataria e, forse, un filo “scarica” dopo il tortuoso quarto di finale contro Nerviano. Difficoltà ancor più aumentate per la curiosa gestione della coppia arbitrale che carica di falli entrambe le formazioni, costrette ad inseguire una difficilissima gestione delle risorse. I primi due quarti si chiudono con il +1 di Saronno ma il gap limitato sembra quasi un miracolo per Lissone la cui prestazione appare decisamente scialba.

Nel terzo quarto Saronno continua ad avere in pugno la partita, brutta e decisamente nervosa vissuta in campo su toni sempre molto accesi. La Cocoon è incapace di darsi continuità ed è sempre costretta ad un difficilissimo inseguimento. Prove generali di sorpasso al 25’ quando, dopo le invenzioni di Cacciani, purtroppo non ancora al meglio, e di Ballarate che tengono in piedi l’inseguimento, capitan Formentini colleziona un personale break di 5 punti consecutivi che vale il 45-45 che viene subito rimesso in discussione dalla coppia arbitrale che sanziona in rapida successione due tecnici (alla fine saranno ben 5 i tecnici fischiati, di cui 3 ai padroni di casa) allo stesso Formentini e, poi, a Squarcina che lascia anzitempo il campo. Saronno ha così a disposizione una sfilza interminabile di liberi che centra con perfetta regolarità per il 47-54 del 29’. La Cocoon ha però il merito di rimanere in linea di galleggiamento grazie alle due triple di Meroni che a cavallo del 30’ danno ossigeno all’interminabile inseguimento. L’inerzia sembra girare definitivamente quando il giovane Donadoni, autore prima del tiro libero del provvisorio 54-54 e, poi il canestro dalla media distanza il canestro mette la freccia a lissonesi per il 56-54. Ma sarà ancora grazie a Meroni e a due nuove invenzioni di uno stoico Cacciani a rimpolpare il vantaggio dei nostri nonostante Saronno rimanga in scia grazie a due triple consecutive di Leva per il 61-60 del 35’. Saranno però gli ultimi sussulti degli avversari: un ancora importantissimo Radaelli mette la tripla del 67-60 con gara oramai tutta in discesa: la Cocoon serra la difesa con Danelutti dominante al rimbalzo (13 complessivi) e può permettersi anche il lusso di dilagare fino al definitivo 76-61 tra l’entusiasmo dei propri tifosi (400 spettatori circa).

Cocoon Lissone – Freestation Saronno 76-61 (17-18, 30-31, 50-54)

Lissone: Radaelli 15, Ballarate 13, Donadoni 3, Viganò, Meroni 19, Formentini 11, Orsenigo n.e., Danelutti 4, Squarcina 2, Cacciani 10. Coach Mazzali.

Saronno: Minoli 2, Borroni, Collini 10, Bossolo 7, Leva 19, Albani 4, Villa 6, Bianchi, De Piccoli 8, Mercante 5. Coach: Biffi.

Arbitri: Ferraro di Ragusa e Castiglione di Palermo.

Prossimo impegno per la Cocoon Lissone è per MERCOLEDI’ 14 maggio con Gara 2 di Semifinale al Pala Robur di via Colombo a Saronno. La palla a due è alle ore 21