Newbanner100

Archivio 2012/13

Stampa

DNC, Piadena fa 2-0: Cocoon eliminata dai playoff

on .

Si conclude dopo due partite il cammino in post season dei ragazzi di Coach Mazzali. Piadena ci sconfigge 62-77, dopo aver dominato per tutta la gara: una partita quasi senza storia, in cui l’MGKvis si è dimostrata superiore fin dall’inizio e ha legittimato il passaggio del turno (ora semifinali contro la vincente di Crema-Pisogne). La Cocoon non disputa una brutta partita, soprattutto nel primo tempo, quando paga in maniera eccessiva il parziale di 12-1 degli ultimi due minuti del secondo quarto.

 

La Partita: Per Lissone tutti presenti, mentre Piadena è senza il lungodegente Vacchelli. Lissone non parte male (6-3 al 2’), ma i cremonesi si fanno prepotentemente largo con un parziale di 16-0 in due minuti che pare indirizzare molto il meglio. 3/3 da 3 punti (con 3 giocatori diversi), 2 giochi da tre punti e un bel canestro dell’ottimo Moscatelli (15 pti e 16 rim in 30 min) mostrano come per Piadena possa essere una ottima serata. La Cocoon con tenacia riesce però a non mollare e, con 6 punti di Formentini e 5 di Pietrobon (miglior marcatore lissonese a quota 16), una penetrazione di Meroni impatta sul 23 pari all’ultimo minuto. Un lay up di Portesani chiude il primo quarto sul 23-25 per gli ospiti. Lissone parte bene nella seconda frazione: una tripla di Radaelli (7 pti nel quarto, 11 alla fine) ci riporta sopra 33-32 (13’), ma alla tripla di “Rada” risponde dall’arco Pesenti (15 pti e sempre importante nei momenti chiave della partita). Piadena riesce a segnare canestri importanti e difficili con Bossini, Pesenti e Lottici. Lissone ha un bel 2+1 da Mungiovì, ma il 12-1 di Piadena negli ultimi tre minuti vale il 51-39 dell’intervallo e gira notevolmente la partita. I cremonesi continuano anche nella seconda metà a giocare pallacanestro di ottimo livello: il trio senior Moscatelli-Bossini-Pesenti è in ottima serata (49 punti complessivi) e riesce a trascinare i più giovani a un’ottima partita. Piadena ha tirato molto bene in questa serie (50% da tre all’intervallo) e questa sera è riuscita, mantenendo un ritmo molto elevato, ad alzare l’intensità anche in difesa. Lissone nel terzo quarto prova a rifarsi sotto, ma Piadena mantiene sempre la doppia cifra di vantaggio, costruendo ottimi tiri e giocando una pallacanestro gradevole. Nel finale del quarto toccano addirittura il +17 (50-67) con un jumper di Marenzi. Nell’ultimo quarto non c’è più di fatto partita, con i nostri ragazzi che chiudono la stagione non facendo mancare, anche per gli ultimi dieci minuti, il classico apporto di impegno e di cuore. Con dei bei canestri dalla media Formentini e Pietrobon raggiungono anche la doppia cifra personale, ma il risultato finale è un meritato 77-62.

Cocoon Lissone 62-77 MGKvis Piadena (23-25, 16-26,11-16,12-10)

Lissone: Galimberti, Radaelli 11, Mungiovì 5, Pietrobon 16, Viganò, Meroni 8, Formentini 15, Orsenigo, Danelutti 4, Bellotti 3. Allenatore: Max Mazzali

Piadena: Bossini 19, Toninelli, Moscatelli 15, Carboni, Pesenti 15, Lottici 8, Portesani 4, Neviani 2, Teghini 8, Marenzi 6. Allenatore: Andrea Pedroni

Arbitri: Alessandro Meloni e Armando Di Napoli

Purtroppo, Lissone esce dai playoff e conclude la stagione. Dopo qualche giorno di riposo comunque i nostri ragazzi continueranno ad allenarsi con i Coach Mazzali e Cogliati per continuare a migliorare, giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento. Questa è stata la costante di questa stagione: iniziata con un precampionato difficile, è poi proseguita in un buon girone d’andata, in cui spesso non siamo però riusciti a concretizzare delle buone prestazioni (a Montichiari e Crema). Dopo la gran vittoria nel derby con Bernareggio, abbiamo cominciato un girone di ritorno super, impreziosito dalla vittoria su Montichiari e dall’esplosione di diversi nostri giocatori (Danelutti, Meroni, lo stesso Formentini, etc). Le sconfitte con Pisogne e Bernareggio (in partite praticamente già vinte) ci hanno fatto perdere il sesto posto, che avremmo senz'altro meritato. E’ lo sport: meritavamo il sesto posto, siamo arrivati ottavi. Meritavamo di vincere gara 1 a Piadena e abbiamo perso in un finale rocambolesco. Purtroppo capita nello sport e, soprattutto, quando si ha un gruppo di giocatori giovani come il nostro (tolti i due veterani Radaelli e Orsenigo, il più "vecchio" è del 1988). In questa gara 2, come ampiamente detto, Piadena ha meritato la vittoria, e ha dimostrato che può ambire anche alla B2. Chiaramente “l’appetito vien mangiando” e ci spiace finire così una stagione bella e intensa, ma ripensando all’inizio abbiamo centrato tutti i nostri obiettivi, riportando i playoff a Lissone e costruendo l’ennesima squadra da amare.
Invitiamo tutti i nostri tifosi a seguire il sito e anche il nostro profilo Facebook per le consuete comunicazioni estive e per i prossimi appuntamenti.

La Società APL intende ringraziare tutti i nostri giocatori per questo campionato. E quindi, grazie: ai miglioratissimi Alessio Galimberti e Andrea Pietrobon, giunti all’ultimo anno da under, dopo un percorso giovanile in APL, e ora attesi al grande salto da senior; al neoarrivato Claudio Viganò, subito integrato nel gruppo e in campo; al mastino Massimiliano Mungiovì, esempio di impegno e intelligenza sul parquet, sempre funzionale al gruppo ed alle esigenze di coach Mazzali; a Paolo Meroni, che, appena arrivato e nonostante la giovane età si è mostrato fin da subito leader in campo; a Filippo Formentini, rimasto nonostante le diverse offerte nella società di cui ormai è bandiera, orgoglio e testimone; a Julian Danelutti, tornato quasi per scommessa a Lissone dopo due anni e mezzo e tornato a dominare il campionato (scommessa vinta!); a Giorgio Bellotti, lavoratore instancabile e anche lui fin da subito integrato nel gruppo; a Claudio Cassanmagnago, tornato a casa dopo diversi anni e fin da subito bella presenza in palestra per tutti noi. Ad ultimo grazie ai nostri due “veterani” Luca Radaelli e Davide Orsenigo, dopo tante partite e battaglie, a Lissone e da altre parti, sono esempio di come il lavoro duro, l’impegno e la serietà portino a far diventare i giocatori indimenticabili.

Ringraziamo inoltre tutto lo staff: il nostro condottiero coach Massimiliano Mazzali, alla sesta stagione a Lissone e uno dei segreti (non tanto nascosto) di come a Lissone si lavori bene; il vice allenatore Ruggero Cogliati, essenziale nel lavoro in palestra e nella crescita dei giovani, grazie a doti tecniche e umane da fuoriclasse; il preparatore atletico Luigi Meoni, che anche quest’anno ha fatto volare i nostri ragazzi; il DS e TM Andrea Grazioli, semplicemente il numero uno; il dirigente accompagnatore Agostino Cazzaniga, presenza seria e importante della nostra squadra; la fisioterapista Chiara Arosio, a cui vanno tutti i meriti per aver tenuto integri i nostri ragazzi, insieme all’osteopata Alessio Pittigliani e ai dottori Carlo Cardile e Giulia Gridavilla; al giovane talento Federico Zardoni che con impeccabile e professionale puntualità e competenza ha narrato tutta la stagione della Cocoon sulle pagine del nostro sito e non solo;

Insieme a loro, grazie anche: al presidente Fabio Erba, nella duplice veste di dirigente accompagnatore della prima squadra, e al ns. main sponsor Cocoon Srl e al suo titolare Roberto Morandi che non hanno mai fatto mancare il loro supporto e presenza a sostegno dei nostri ragazzi; a Roberto Lissoni speaker e inconfondibile "voce" nel nostro PalaFarè; a Giampietro Rivolta per le riprese Video; a Silvano Fumian e Daniela Negretti per la biglietteria e a Giovanni Grasso per il servizio netcasting LNP; all'Amministrazione comunale e a tutti i nostri sponsor per aver creduto e credere nel nostro sodalizio. Buon ultimi, ma non per importanza, al nostro fotografo ufficiale Gianni Villa (di cui potete ammirare le splendide immagini su Facebook); ai nostri due mitici Ultras Ennio e Luca Villa; all’insostituibile Vittorio Cervato; a Daniela e Luciana che hanno deliziato le trasferte in pullman con le loro favolose torte; a tutti i nostri Tifosi che hanno animato il PalaFarè e a tutti i collaboratori a vario titolo e genere legati alla prima squadra. Grazie anche a chi, sicuramente, ci siamo dimenticati di nominare: in realtà grandi e importanti, come Lissone, è purtroppo difficile ricordarsi tutti.

Ad ultimo, vi diamo appuntamento ancora qua: a Lissone l’anno prossimo. Tolta l'amarezza di questi giorni, saremo già al lavoro per la prossima stagione, che sarà carica di sorprese: per la prima squadra, per le giovanili e per il nostro JIT.

Quindi: arrivederci a settembre, sempre qua per una nuova stagione.

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo