Newbanner100

Archivio 2012/13

Stampa

DNC, Piadena nel finale fa 1-0

on .

Cede nel finale la Cocoon Lissone di coach Mazzali, sconfitta per 61-57 da Piadena in gara 1 dei Quarti di Finale. Dopo una partenza choc (21-7 al 10’, anche sotto di 16 nel secondo quarto), grazie ai punti di Bellotti e alla difesa aggressiva riusciamo a rimontare e a chiudere la terza frazione addirittura avanti (43-44). Nel finale però paghiamo le pessime percentuali da tre punti (2/24, 8%) e ai liberi (17/30, 57%) e Piadena può andare sull’1-0. Ma mercoledì sarà un’altra storia…

 

La Partita: Lissone al completo, con Galimberti perfettamente recuperato dopo l’infortunio alla spalla, mentre per Piadena il playmaker Vacchelli (out da inizio stagione) è in panchina solo per onor di firma. Lissone parte bene con il 4-0 timbrato Danelutti-Meroni, ma lo 0/4 ai liberi della coppia Formentini-Danelutti non ci permette di andare addirittura sull’8-0 nei primi due minuti. Occasione persa, che avrebbe cambiato molto gli equilibri della gara. Infatti, Lissone, complice il 3/13 dal campo e un 1/8 ai liberi del quarto, non trova per 8 minuti la via del canestro e Piadena ci dà un maxi parziale di 19-0, guidato dalle due triple del giovane Teghini. Un libero di Bellotti ferma la maxi-emorragia e sono altri due punti del nostro pivot a chiudere il quarto sul 21-7. Piadena sembra in controllo anche all’inizio della seconda frazione, quando le due triple consecutive di Lottici ci rimandano a -16 nonostante due bei canestri di Danelutti. Nonostante manteniamo percentuali basse e non riusciamo a mettere il nostro primo canestro da 3 della serie (all’intervallo noi 0/6, loro 5/14), Lissone è molto aggressiva in difesa e riesce a non far prendere nuovamente ritmo ai padroni di casa. I rimbalzi di Bellotti (5 all’intervallo, saranno 15 alla fine con 10 offensivi) insieme ai problemi di falli di Moscatelli (già 3 all’intervallo) ci permettono di dominare sotto le plance e, guidati da un buon Formentini, non affondiamo. Proprio una schiacciata di “Filo” ci riporta in singola cifra di svantaggio (32-23 al 19’), per poi chiudere il secondo tempo sotto di 11 (36-25). Anche nel secondo tempo Piadena parte meglio: coach Pedroni va con la coppia di lunghi Moscatelli-Portesani e la mossa paga dividendi, portando l’MGKvis ancora sopra di 15 (40-25 al 23’). Coach Mazzali ha però tanto dai giovani: l’energia di Viganò (+13 di plus minus in 11 minuti) e Galimberti (4 recuperate e 5 rimbalzi, in una sera da 0/4 da tre) e, soprattutto, il miglior Bellotti dell’anno (ben 3 tap in messi a segno nel quarto) ci permettono di resistere e avvicinarci (42-31 al 27’), nonostante le nostre percentuali polari nel tiro da fuori. Dopo il 43-31 con un libero di Moscatelli, un 1/2 ai liberi di Bellotti fa iniziare la rimonta lissonese. Orsenigo segna (al 28’!) la prima tripla ospite della serata, Galimberti recupera e segna un lay up indisturbato e Formentini mette 5 punti in fila (compresa la seconda, e ultima, tripla della serata) per il meno 1 (43-42). Formentini recupera palla, subisce fallo da Lottici e coach Pedroni prende fallo tecnico. Dalla lunetta facciamo 2/4 e andiamo all’ultimo mini-riposo avanti (43-44), cavalcando un 13-0 di parziale. Parziale rotto subito da un jumper di Bossini (10 nell’ultima frazione) e da due liberi di Pesenti, ma con 4 punti di Formentini torniamo avanti. Galimberti fa un 2/2 dalla lunetta e tocchiamo il massimo vantaggio (47-50) al 34’. Dopo due minuti senza canestri da ambo le parti Piadena riesce a pareggiare e, da quel momento, comincia il Thomas Bossini show con 8 punti consecutivi (gioco da tre punti con quinto fallo di Meroni, tripla frontale e palleggio arresto e tiro sulla sirena dei 24”) per il 58-53 che pare indirizzare la partita. 4 liberi di Radaelli ci riportano sotto di 1 quando comincia l’ultimo minuto di gara. Pesenti perde palla, ma la tripla di Formentini è sputata dal ferro e Moscatelli stoppa Bellotti a rimbalzo d’attacco. Mancano circa 20 secondi al termine e facciamo fallo su Bossini che, però, fa 2/2 dalla linea. Sul 60-57 con 16 secondi alla fine Piadena decide di far fallo e la scelta paga, poiché Formentini sbaglia il primo e sbaglia apposta il secondo, ma il rimbalzo è di Neviani, su cui Orsenigo spende il fallo sistematico. Neviani fa 0/2, ma Formentini, dopo il rimbalzo offensivo, pesta la linea laterale. Altro fallo sistematico su Moscatelli, quando mancano pochi secondi alla fine, che fa 1/2 per il finale 61-57.

MGKVis Piadena 61-57 Cocoon Lissone (21-7,15-18, 7-19,18-13)

MGKVis: Vacchelli ne, Bossini 19, Moscatelli 10, Pesenti 4, Lottici 7, Portesani 11, Neviani, Lamponi ne, Teghini 6, Marenzi 4. Allenatore: Andrea Pedroni

Cocoon: Galimberti 4, Radaelli 6, Mungiovì, Pietrobon, Viganò 2, Meroni 4, Formentini 15, Orsenigo 5, Danelutti 6, Bellotti 15. Allenatore: Max Mazzali

Sconfitta che, per come è maturata, lascia senz’altro l’amaro in bocca ai Mazzali boys. Poteva andare diversamente, soprattutto nel finale, quando nonostante l’8% da tre e il 57% ai liberi, siamo arrivati a stretto contatto dei cremonesi. Significa che ci siamo, significa che mercoledì ce la possiamo fare. Con il nostro cuore e il vostro calore, vogliamo tornare a Piadena per gara 3. Non mancate, quindi, mercoledì: ore 21.00, palestra di Via Caravaggio, torna lo spettacolo dei play off LNP a Lissone, per una serata che vogliamo sia indimenticabile.

 
   
GALVI
logo-new-Messa  zio-pizza  imamobili  produce logo