Archivio 2012/13

Stampa

DNC,San Bonifacio passa al PalaFarè

on .

Si ferma a quota tre la striscia positiva della Cocoon di Coach Mazzali, sconfitta tra le mura amiche per 68-76. Nel complesso Lissone disputa una comunque buona partita con San Bonifacio che si dimostra semplicemente superiore, guidata da uno spettacolare Mussolin (22+11 con 9/14 dal campo).

La partita: Entrambe le squadre sono al completo per il "big match" della ventunesima giornata. Avvio in equilibrio ed alto punteggio, con Lissone che insacca tre triple consecutive (Radaelli, Meroni e Danelutti) ma San Bonifacio è subito in ritmo grazie alle buone conclusioni trovate fuori area. Come nella gara d’andata, la Cocoon è brava nel contenere il centrone Camata (10+11 alla fine, con soli 4 punti dal campo. Poco per lui), ma un 8-0 firmato da due bombe di Pistorelli e da un long two di Zanini regala la prima mini fuga ai veneti (13-19 al settimo), subito ripresi con un gioco da tre punti di Danelutti (21-21 al nono). Il nostro JJ, come lo stesso Camata, commette due falli e la sua assenza peserà in maniera maggiore rispetto a quella di Camata. Infatti, la coppia di atipici Mussolin-Monzardo crea sicuramente qualche grattacapo a Coach Mazzali, nonostante riesca a trovare ottime risposte da Giorgio Bellotti (che, sulla sirena, segna il tap in del 24-24 di fine quarto). È proprio Giorgio con un comodo appoggio a sorpassare a inizio quarto, ma la Ferroli attacca veramente bene (sia a uomo che a zona) tirando con alte percentuali (60 da due e 36 da tre nel primo tempo). La Cocoon riesce a rimanere attaccata coi rimbalzi d’attacco (ben 5 nella seconda frazione) e con la buona prestazione della coppia perimetrale Formentini (solo 5/15 dal campo, ma 5 rimbalzi, 6 assist e 4 recuperi) e Meroni (15 pti, 5 rimb, 5 falli subiti, 3 assist e 3 recuperi). Un 2+1 di un positivo Galimberti regala il +2 (31-29) ma una tripla dell’ex Treviso Monzardo e un tiro in sospensione di Mussolin ci ricacciano dietro. Lissone trova l’ultimo vantaggio del match al 18’ con due punti di Bellotti in contropiede (partito da un recupero di Radaelli) che valgono il 36-34, subito annullato dal solito Mussolin. Con un po’ di fortuna Formentini sulla sirena timbra il 38-40 di fine primo tempo. Dagli spogliatoi San Bonifacio esce con un 13-3 di parziale nei primi 4 minuti col solito Mussolin (alla fine 22+11 con 9/14 dal campo e canestri con un coefficiente di difficoltà elevato) e un ritrovato Camata. Dal 41-53 del minuto 25 Lissone prova a reagire con il 2+1 di Danelutti e la tripla di Orsenigo, ma i veneti riescono sempre a stare davanti con una decina di punti di vantaggio grazie ai tanti buoni tiri confezionati dal playmaker Biasi (12 pti + 3 ass in 40 min). Monzardo, sulla sirena, chiude il terzo quarto sul 63-53. Nell’ultima frazione coach Mazzali prova un assetto più stazzato, con Radaelli da 3 insieme a Danelutti e Orsenigo, e la mossa paga senz’altro all’inizio (60-67 con 4 punti di Julian e una tripla di Rada). È proprio da questo 60-67 del 32’ che San Bonifacio riuscirà a segnare solo 5 punti dal campo, ma ben 15 (su 20 tentativi) dalla lunetta. Tuttavia, con 4 punti di Bellotti (tornato per Orsenigo, alla fine 11+9 per 22 di valutazione in 18 minuti di utilizzo) ci rifacciamo sotto e con Formentini (67-71) e Danelutti (68-72) tocchiamo il -4. Radaelli commette il suo quinto fallo personale e, grazie alle buone medie ai liberi, San Bonifacio prova a scavare il solco (71-79) dopo una schiacciata di Danelutti in contropiede. Meroni ci riporta sotto di 6 (74-80), Biasi fa 1/2 dopo un fallo decisamente dubbio e Galimberti segna il 76-81 a 1 minuto dal termine. Lissone recupera palla, ma la tripla di Danelutti che ci avrebbe regalato un solo possesso di svantaggio è sputata dal ferro. Nell’altra metàcampo l’ennesimo 2/2 alla lunetta (questa volta di Crestanello) mettono la parola fine sulla partita, con 4 punti di Biasi che determinano il risultato finale di 76-87.

Cocoon Lissone 76-87 Ferroli San Bonifacio (24-24,14-16,15-23,23-24)

Cocoon: Galimberti 5, Radaelli 11, Mungiovì, Pietrobon, Viganò, Meroni 15, Formentini 13, Orsenigo 3, Danelutti 18, Bellotti 11. Allenatore: Max Mazzali

Ferroli: Biasi 12, Crestanello 11, Monzardo 11, Zanini 12, Pistorelli 9, Pacione ne, Camata 10, Mussolin 22, Maran, Carlin ne Allenatore: Ugo Schiavo

Arbitri: Michele Leoni Orsenigo e Jacopo Spinelli

Il campionato durante la prossima settimana osserverà un turno di riposo per le Final Eight di Coppa Italia in programma a Cecina. I nostri ragazzi torneranno, quindi, domenica 24 alle ore 18.00 a Pisogne (via Caduti sul Lavoro) contro l’Iseo Serrature per un match sicuramente importante. A livello di classifica, infatti, le contemporanee sconfitte di MilanoTre e Pisogne ci lasciano al sesto posto solitario e, se domenica Orzinuovi sconfiggerà tra le mura amica Bernareggio, la matematica confermerà la qualificazione ai playoff per la Cocoon. Meritatamente.