2018 09 17-Banner100
logo galvi
  
 Messa
Stampa

C GOLD, Galvi all'ultimo respiro !!!

on .

Galvi Lissone - Virtus Cermenate 82-80 (26-20; 40-45; 59-63)

È l'incredibile buzzer beater di Mirko Meregalli (nella foto G. Villa) da tre a fil di sirena a regalare una pazzesca vittoria alla Galvi Lissone che, reduce da Busto, torna immediatamente al successo battendo in casa la Virtus Cermenate col punteggio di 82-80.
Che fosse una partita difficile, lo si sapeva. Lissone doveva riprendere il cammino dopo la sconfitta di 7 giorni fa ma dall'altra parte c'era Cermenate, assettata di punti e, guidata dagli ex, il coach dei record apl Max Mazzali e dall'indimenticabile Niccolò “Squarcio“ Squarcina (cinque stagioni in APL), senz'altro desiderosi di vendere carissima la pelle e fare risultato.
È proprio il tributo a Max e a Squarcio la emozionante anteprima della gara con la società che omaggia col presidente Fabio Erba i propri valorosi "guerrieri" con targhe e quadri di ricordo tra gli applausi di tutto il PalaFarè.

Lissone torna dunque ad un importantissimo successo. Non una partita bellissima per i ragazzi di coach Fumagalli che però hanno il merito di crederci sempre e fino all'ultimo respiro. Portare a casa un successo così può e deve essere un segnale positivo per il proseguimento della stagiome, ora è importante fare tesoro degli errori e migliorarsi sempre. Forza ragazzi!
La partita. Palla a due ed è subito Cermenate, prima 0-5, poi 10-15 per gli ospiti ma Fiorito colpisce subito da 3 e Aliprandi, ancora in serata di grazia (5/9 T2, 3/5 T3, 6/7 TL, 11 rimbalzi per 25 punti in 30 minuti), rilanciano i lissonesi che, soffrono terribilmente i pick and roll avversari, ma con Meregalli firmano il 24-17 allo scadere prima del canestro da 20 metri di Broggi che, a fil di sirena, sarà la serata, fa 24-20.
Secondo quarto a due volti. La Galvi si spinge fino al 30-22 ma con Fiorito in panchina con 2 falli e Collini in non perfette condizioni fisiche, è colpevole di non dare continuità alla propria azione perdendo l'inerzia della gara. Ne approfitta Cermenate, con Casati sugli scudi per un suo personale break di 10 punti, che mette la freccia, raggiunge il massimo vamtaggio (37-45) e chiude sul 40-45 alla pausa lunga visto che il "predistinato" Meregalli, ancora allo scadere, da tre limita i danni per i suoi.
Q3 grande e tanto equilibrio, la partita è scorrevole e altrettanto corretta ma verrà sempre più condizionata dagli episodi. Lissone tallona i fuggitivi con le triple di Aliprandi e Fiorito ( 9/22 il complessivo T3 di squadra che vince il computo dei rimbalzi 33-25) ma Cermenate trova continuità coi canestri di Anzivino e Pellizzoni e chiude sul 61-65 al 30'.
Up and down per tutto il Q4, Lissone rimette finalmente il naso avanti al 35' con Fiorito (69-67) e potrebbe anche mettere la parola fine alla gara quando sul 76-73 ha, con Aliprandi e Collini, due distinti appoggi da sotto incredibilmente sbagliati. Cermenate sembra in difficoltà ma Lissone perde palla con Meregalli che apre il contropiede solitario di Banfi (76-75) a 1`40" dalla sirena. Lissone ci riprova ma sbaglia con Fiorito dalla media, possesso Cermenate e "strano" fallo fischiato a Meroni su Broggi che dalla lunetta fa 2/2 per il 76-77 ospite. Possesso Lissone con Marinò che, sempre più sta prendendo le redini della partita, e penetrazione del play lissonese che trova canestro e il fallo per il contro soprpasso (79-77) a 56“ dalla fine per un finale sempre più destinato al divieto per i deboli di cuore. Possesso ospite e canestro di Casati dalla media (79-79), possesso locale ma il tiro di Fiorito non va, ripartenza Cermenate con difesa lissonese che fatica a bilanciare e ha Squarcina da sotto, subisce fallo, la palla esce e "Squarcio" va in lunetta. Sbaglia il primo. Segna il secondo per il 79-80 a 5 secondi e spiccioli di centesimi sul cronometro. Time out per coach Fumagalli che disegna la rimessa laterale in zona d'attacco per l'ultimo tiro per un risultato positivo appeso alla speranza. Rimessa. Palla a Marinò che finta, batte col destro Banfi e supera l'aiuto difensivo di Anzivino per servire (Aliprandi e Fiorito vanno in allontanamento) Meregalli che riceve e da tre fa esplodere di gioia il PalaFarè (Casati frana su “Mere“ fallo nemmeno ravvisato dalla coppia arbitrale, menomalechehasegnato!!!)

Lissone: Villa n.e., Meregalli 17, Ruzzon, Collini 8, Meroni 2, Fiorito 13, Marinò 13, Morandi, Aliprandi 25, Tedeschi 2, Ventura 2, De Piccoli n.e. Coach Fumagalli

Cermenate: Terreni 4, Broggi 13, Masocco, Banfi 11, Anzivino 11, Pellizzoni 15, Casati 12, Verga n.e., Banfi F. n.e., D'Appolito 2, Colombo 6, Squarcina 6. Coach Mazzali.

Arbitri: Di PIlato e Mainetti.

Prossimo impegno sabato 16 alle ore 18 a Legnano contro i Knights.

 
   
GALVI
Messa  zio-pizza  imamobili  logo-globo-express
 
logo FlowBurner Ok