bannertestata 1

MAIN SPONSOR

logo galvi   
Stampa

ESORDIENTI 2005, ALLE TIGRI LA SPRING CUP

on .

Seconda giornata di Spring Cup per i nostri Falchi, turno infrasettimanale che ci vede ospiti delle Tigri di Milano. Dopo il buon esordio contro Forti e Liberi, ci aspetta una partita tosta contro Tigers.

Il livello del torneo fino a questo momento è stato alto, molto più alto rispetto alle partite di campionato. Anche questa partita risulta dura e già dal primo possesso siamo a rincorrere gli avversari per il campo, tanti passaggi e movimento senza palla ci mandano un po' in confusione e subiamo molti canestri su taglio o da 1v1. Questi di Milano Tigers non scherzano affatto, non possiamo farci intimorire e quindi iniziamo anche noi a giocare con un pochino di ritardo rispetto agli avversari. Dopo una partenza Diesel,arrivano i primi canestri grazie ad iniziative personali e a poche azioni di squadra. Il primo quarto si chiude 24 a 11.

Pronti via e abbiamo già sudato parecchio per stare a "contatto", ma la partita è lunga e bisogna continuare a giocare. Seconda frazione che ci vede più tranquilli e padroni del gioco, continuiamo a scambiare battute con gli avversari. Canestro da una parte e canestro dall'altra che mantiene inalterato l'equilibrio. Al giro di boa, vantaggio 40 a 26 per padroni di casa.
Durante la pausa lunga si da qualche correzione, qualche accorgimento e via si riparte.
I Falchi partono con il piglio giusto e pare abbiano ascoltato le direttive dei Coach, difesa più ostica sulla palla, più rimbalzi e qualche contropiede in più. Le azioni a metà campo rallentano un pochino ma diventano molto più ragionate e i passaggi estemporanei vengono ridotti. Ce la giochiamo alla grande e riusciamo anche a rosicchiare un po' lo svantaggio. Il quarto però è ancora lungo e sul finale caliamo un po' di concentrazione, permettendo agli avversari di fare un contro parziale. (17-11)
L'ultimo quarto risulta più una formalità per i padroni di casa, ma a noi deve servire come allenamento per tirare fuori la grinta e provare a recuperare un punto alla volta. Come nel terzo quarto, riusciamo a gestire meglio il gioco ma i passaggi a vuoto ci costano caro. Ogni volta che segnavamo noi, gli avversari rispondevano subito per le rime. (17-18)

Complimenti agli avversari per il gioco ordinato e composto che spesso ha portato a TANTI punti dalla distanza e complimenti ai nostri ragazzi che hanno continuato a giocare pur essendo sotto nel punteggio sin dai primi minuti.

TIGERS MILANO - CAP LISSONE 75-55 (24-11/40-26/57-37)

1-2-3... CAPpotto!!!

 
   
GALVI
BCC Carugate-Inzago oriz rgb mini
mariani  imamobili  produce logo